Monthly Archives

Febbraio 2021
  • Cantine Torrevento nel nuovo Consiglio di Amministrazione del Movimento Turismo del Vino Puglia

    Innovazione digitale per accorciare le distanze con gli enoturisti, attività di incoming per destination manager internazionali, formazione e coinvolgimento di tutte le realtà produttive che rendono unico il brand Puglia, esperienze dal chiaro profilo green: il mondo del vino pugliese non si arrende alle enormi difficoltà causate dal Covid, e anzi rilancia la sfida dell’enoturismo. L’occasione, il rinnovo del Consiglio di Amministrazione del Movimento Turismo del Vino Puglia che ha eletto presidente il produttore salentino Massimiliano Apollonio (Apollonio Vini, Monteroni di Lecce) e vicepresidente Gianfelice D’Alfonso del Sordo, Cantine D’Alfonso del Sordo (San Severo, FG). Completano il Consiglio d’Amministrazione Sebastiano De Corato, azienda Rivera (Andria, BT);  Alessandra Tedone, Cantine Torrevento (Corato, BA); Doni Coppi, Cantine Coppi (Turi, BA), Vito Farella, Tormaresca (San Pietro Vernotico, BR), Anna Gennari, Consorzio Produttori Vini (Manduria, TA); Giuseppe Sportelli, Amastuola Organic Wines (Massafra, TA); Alessandra Quarta, Claudio Quarta Vignaiolo (Guagnano, LE e Lizzano, TA); Barbara Mottura, Mottura Vini (Tuglie, Le).

    >> Leggi l’articolo completo <<

  • Torrevento presenta la nuova annata di vini bianchi e rosati 2020

    “CANTINE TORREVENTO, azienda vinicola pugliese di fascia premium partner di PROSIT S.p.A., gruppo con l’obiettivo di unire cantine italiane rappresentative del nostro Paese, guarda con soddisfazione ai risultati della vendemmia 2020 che conferma, ancora una volta, l’eccellenza del territorio PUGLIA e dei suoi prodotti”.

    “Pezzapiana Castel del Monte Doc Bianco (ottenuto da uve Bombino Bianco e Pampanuto) e Primaronda Castel del Monte Doc Rosato (Nero di Troia in purezza, vinificato in rosé) sono due vini versatili, di grande freschezza, pienamente rappresentativi del territorio e delle uve autoctone tipiche per la produzione dei migliori vini bianchi e rosati  dell’area di Castel del Monte. Spiccano per la loro fragranza, per la luminosità e trasparenza dei loro colori (il bianco dal colore chiaro e bellissimi riflessi verdolini; il rosato con le sue raffinate sfumature): vini di grande appeal e piacevolezza che si abbinano perfettamente con i piatti della cucina pugliese e mediterranea in generale”.

    >> Leggi l’articolo su Enoagricola <<

    >> Leggi l’articolo su Oinos Vivere di vino <<
  • Kebir 2018 è il nuovo vino della settimana su Cronache di gusto

    “Il Kebir è un rosso armonico e completo che rappresenta una delle tante declinazioni proposte del Nero di Troia, vitigno molto versatile qui in blend con il Cabernet Sauvignon. Le uve provengono da vigneti situati su suoli argilloso calcarei ad altitudini comprese tra 400 e 500 metri sul livello del mare nell’area collinare del Nord Barese. Il sistema di allevamento utilizzato è la controspalliera con potatura a cordone speronato, mentre la densità d’impianto è di 5 mila ceppi per ettaro. Le rese si attestano intorno agli 80 quintali per ettaro. La vendemmia viene effettuata manualmente a metà ottobre. La vinificazione prevede una fermentazione con lunga macerazione sulle bucce. L’affinamento inizia con 8 mesi di permanenza in serbatoi di acciaio inox, seguiti da 12 mesi di maturazione in barrique.”

    >> Leggi l’articolo completo <<